Video teaser Highlander Project

 

Il progetto Highlander, coordinato da CINECA, CMCC Foundation – Centro Euro Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, ARPA Emilia Romagna e ART-ER S.cons.p.a., aiuta a mitigare e prevenire l’impatto del cambiamento climatico sul territorio, tramite diversi servizi di high performance computing.


La tecnologia aiuta a controllare gli effetti di questo cambiamento per una gestione più intelligente e sostenibile del territorio e per un pianeta più vivibile.

D-sign realizza il video teaser del progetto.

FAAC – Home Lock

FAAC e DSign insieme per il lancio del nuovo prodotto per la sicurezza della casa dalla grande azienda Bolognese.
Home Lock è una risposta semplice, grazie ad una tecnologia innovativa, per tenere i ladri lontano dalla propria abitazione.

DSign ha curato questo prodotto sin dalla scelta del nome, fino al pack, e a tutto il materiale divulgativo, compresi ADV e video di presentazione.

Virtual Street Art @ Opificio Golinelli

L’11 ottobre 2017 si è tenuta la prima performance pubblica di Virtual Street Art in occasione dell’inaugurazione del nuovo padiglione espositivo dell’Opificio Golinelli, con il writer Rusty e concerto dal vivo diretto da Ezio Bosso.

La Virtual Street Art è un nuovo concept di arte urbana di Filiberto Strazzari di D-sign e di Luca Ciancabilla, professore di storia delle tecniche artistiche dell’Università di Bologna. Lo spettacolo di grande impatto visivo ed emozionale si basa su software di disegno in realtà virtuale realizzato da Studio Evil e da videomapping a cura di Nicola Buttari e Martino Chiti di Proforma Audiovisual.

Per maggiori informazioni: virtualstreetart.com

Video 3D per stand Motul ad Autopromotec 2015

 

 

In occasione della fiera Autopromotec, Dsign realizza due video 3D dedicati al ruolo dei prodotti Motul nella meccanica dell’automobile: un modo emozionante per descrivere caratteristiche tecniche in perfetta sintonia con le linee grafiche della comunicazione Motul.

I video, creati per lo stand della casa francese, sono loop le cui inquadrature iniziale e finale collimano con la grafica del pannello su cui vengono proiettati, rendendo “vive” le immagini dello stand.